“IN MY HEART”

“IN MY HEART”

2019

Come nei lavori passati la Muzzeddu riporta ancora una volta in evidenza il cuore, lo troviamo in una light box del progetto “Sarai il mio albero” così come all’inizio e la fine del video di “Bordeline psychotic activity”, infatti parte tutto dal battito cardiaco, paradossalmente quando viene concepito un bambino, il cuore umano inizia a battere prima che il cervello sia formato.

“IN MY HEARTè una serie di cuori realizzati in vari colori in resina con all’interno degli insetti o fiori della natura che ci circonda, sono illuminati da una luce a led che sottolineano l’importanza del cuore stesso. È proprio da lì che partono i sentimenti e le emozioni, uno dei cuori in particolare è in metallo è stato creato con delle spine come per proteggere queste emozioni da chi può provocarci dolore, come fosse una fortezza invalicabile, pronte a difendere ciò che vi è custodito dentro. Tutto viene poi rapportato ad un’era così tecnologica, dove le persone sembrano aver paura di provare emozioni, essendo abituati a rapportarsi tramite un monitor, i sentimenti sono labili. Le emozioni spesso vengono trattenute o nascoste nella parte più inconscia e intima, questo nuovo modo di approcciare attraverso le nuove tecnologie tendono a bloccare ciò che è e dovrebbe essere di natura l'approccio di conoscenza diretto. L'amore di qualche decennio fa, attualmente si sta perdendo? Perché la nuova generazione che è nata e cresciuta nella tecnologia, non sa come conoscere una persona realmente, fare amicizia o addirittura dichiarare i propri sentimenti alla persona amata? L’era di internet ha plagiato a tal punto anche noi che ai nostri tempi non esisteva il cellulare? Sicuramente “IN MY HEART” porta l’attenzione su queste tematiche e su come l’amore dovrebbe essere una delle cose più naturali ma, viene spesso resa difficoltosa e a volte spaventosa.

 

.

Share

“IN MY HEART”

installazione IN MY HEART

installazione IN MY HEART

.


.

.

.


.

.

.